Alessia Barbiero
La sognatrice maldestra

Alessia è capitata all’improvviso. Nata nel 1986 da un ex venditore di caramelle e una ex commessa di una tabaccheria, fin da piccola le è sempre piaciuto disegnare, colorare, scrivere, fare le bolle di sapone e fare i dispetti a suo fratello minore. A dieci anni si accorge del suo grande amore, il teatro. La sua prima recita in Alice nel paese delle Meraviglie la segna irrimediabilmente e dà inizio alla sua ricerca. Tra lauree, scuole, corsi e performance cerca di arricchire la sua sete di curiosità, che è in continua evoluzione e che per ora ha trovato una forma nel progetto Sweet Cicuta. Ama leggere, scrivere, dipingere e vorrebbe viaggiare molto di più. Da buona italiana il suo piatto preferito è la pizza, anche se non segue quasi mai le tradizioni. Si taglia spesso i capelli perché non ha ancora trovato un taglio che la soddisfi al 100%. Teme la stabilità, ma forse è troppo poco paziente. Adora la liquirizia, soprattutto gli infusi. Da brava ex ipocondriaca ha una serie di riti propiziatori che potrebbe raccontarvi. Anche se, diciamocelo, è una tipa di poche parole, almeno all’inizio.

 

Ama l’arte, il teatro, la Coca Cola, la pizza, le scarpe e ballare davanti allo specchio.

Odia i legami troppo stretti, la poca sincerità, gli scarafaggi, Padova perché si perde sempre.

La sua keyword è no panic.

Il suo sogno è vivere facendo la regista teatrale.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Alessia