Arianna Favaretto
La ricercatrice empatica

Arianna nasce nel 1997, agli sgoccioli del secolo e del millennio. Educata dalla nonna materna alle materie umanistiche, alla tradizione, al cibo e all’educazione stessa, impara molto presto che il divario tra generazioni, per fortuna, ha in sé il seme del progresso. A undici anni inizia il suo percorso teatrale, che è ancora una delle poche costanti all’interno di una vita ancora breve ma in continuo movimento e sempre piena di novità. All’opportunità risponde senza esitazione, ai consigli risponde ci penserò su, ma molte volte se ne scorda facilmente. Sempre pronta a mettersi in gioco, ama il volontariato come forma di espressione d’amore per gli altri e per se stessi. Ancora non sa quali scelte intraprendere per il suo futuro (quale strada, quale città, quale colore, quale profumo...), ma è certa che mai abbandonerà l’arte e che, anzi, sarà la base dalla quale spiccare il volo. 

 

Ama l’arte, sciare e ballare indossando una gonna lunga.

Odia la superficialità ostentata e perdere tempo.

La sua keyword è essenzialità.

Il suo sogno è far di casa sua il fulcro artistico e culturale della città nella quale vivrà.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Arianna