Daniele Tarenzi
Il comunicatore appassionato

Daniele fa capolino in questo mondo un caldo 5 agosto del 1977. Appena nato, il medico gli guarda le dita delle mani e decreta: Questo bimbo farà il pianista. Grazie al cielo, lui faceva il medico e non l’indovino. Dopo non aver mai toccato un piano, ma aver indossato scarpette da ballo per la bellezza di 30 anni, decide che la sua laurea in Lettere doveva avere più soddisfazioni e così lascia la danza per dedicarsi alla comunicazione. Prende (troppo) alla lettera il suo impegno di comunicatore: nel tempo libero che fa? Scrive! E lo fa per un suo blog, Che Storie, che tratta di storie vere, personali o professionali, dove ciò che conta è l’elemento umano. Il successo o l’insuccesso sono solo delle varianti, con ben poca importanza.

 

Ama Internet, i romanzi gialli e la sperimentazione (in tutti i campi).

Odia l’ipocrisia, l’aggressività e il tartufo.

La sua keyword è condivisione.

Il suo sogno è poter vincere l’Oscar, solo per il gusto di fare i ringraziamenti pubblici.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Daniele