Francesco Laviano
Il napoletano atipico

Nato a Napoli il 21 dicembre 1971, Francesco alla pizza ha sempre preferito un buon piatto di pasta e al mandolino ha sostituito la chitarra prima e l'ukulele poi, senza troppo successo. Una laurea in Giurisprudenza nel cassetto, ha lavorato in diverse case editrici, ha studiato il rapporto tra nuovi media, industria culturale e società, si è occupato di marketing, social media e web content. Poi però ha mollato tutto per aprire un bed & breakfast e questo potrebbe essere il suo futuro, insieme a mille altre cose e progetti a cui pensa ogni sera e che la mattina spesso dimentica. Non contento di limitarsi a lavorare, insegna italiano in una scuola per stranieri, collabora con due centri di recupero dalle dipendenze, dove gestisce diversi laboratori, e non riesce a dire no quando gli chiedono una mano. Il suo sogno nel cassetto resta quello di scrivere un romanzo che assomigli a una puntata de La signora in giallo dove però non muoia nessuno.

 

Ama le pagine bianche dei libri che ci sono alla fine.

Odia chi si crede superiore agli altri.

La sua keyword è (ri)provare. Sempre.

Il suo sogno è vivere in una casa da cui si senta il rumore delle onde.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Francesco