Giulia Spinetta
La vagabonda con le radici

Giulia guarda la sua vita da fuori, la sogna a occhi aperti e la crea a sua immagine e somiglianza, come fosse un romanzo. Inizia a studiare lingue alle superiori e da allora, grazie a diverse esperienze all’estero, capisce che sentire la terra spostarsi sotto ai piedi è la sensazione più bella e naturale della condizione umana. Venezia la ospita durante il periodo dell’università quando comincia a studiare cinese. Si innamora della sua magia ma la voglia di scoprire l’Oriente la porta a far da spola tra l’Italia e la Cina. Si ritrova costantemente divisa tra il restare e il partire: è radicata all’Italia ma il pensiero di incontrare nuove culture e di sperimentare l’altrove non le danno il tempo di disfare i bagagli. I suoi pensieri certe volte sono aggrovigliati a gomitolo, come i capelli che porta: non è facile districarli e perciò ha deciso di vivere il presente senza troppe domande. Ecco che si ritrova a vivere e a lavorare a Pechino da più di un anno, città per la quale ha sentimenti contrastanti: odia le giornate grigie e il traffico ma, quando esce il sole, tutto cambia e lei ritorna a perdersi per gli hutong, la parte più autentica di una città in continua evoluzione. Adora la cucina di tutto il mondo, soprattutto quella dai gusti decisi, piccanti e intensi. La fotografia è la sua passione e la sua compagna di viaggio. 

 

Ama guardare vecchie fotografie (sentirle con il tatto, l’olfatto e il ricordo), ridere fino alle lacrime, l’atmosfera delle cene a casa di amici e immaginare la vita delle persone. 

Odia i succhi di frutta troppo dolci e le persone troppo piene di sé. 

La sua keyword è sperimentare.

Il suo sogno è vivere sempre in equilibrio con se stessa.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Giulia