Mario Capello
Il lettore intransigente

Nato alla fine degli ’70 in provincia di Torino, Mario scopre ben presto che l’unica cosa che sa fare bene è leggere. Non propriamente l’attività più popolare possibile, in una famiglia operaia, in un quartiere operaio, in una città operaia. Anche per questo, Mario si convince di essere nel giusto e persegue in questa sua mania. A vent’anni ha già letto Mann e Joyce e a trenta è riuscito a farne una professione, della lettura. Però, ancora adesso, a quasi quaranta, non è riuscito a convincere suo padre che, quando sta steso sul divano, con un libro davanti agli occhi, sta lavorando. 

 

Ama i libri, le sigarette, il whisky e suo figlio.

Odia i rentiers, il lusso sfacciato e l’ignoranza. 

La sua keyword è legge(ro).

Il suo sogno è diventare saggio.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Mario