Sdrènfano K

Il distratto bevitore di tè verde

Quasi trentenne studia per un PhD in diritto internazionale a Londra ma vive in Toscana. Dal 2010 lavora per una ONG, per cui si muove ogni anno tra Balcani, Caucaso e Medio Oriente. Pratica aikido e corre. Ha vissuto anche a Madrid e a Ginevra. Prima suonava e faceva teatro. Odia parlare di sé e si rifugia dietro uno pseudonimo che omaggia Fosco Maraini (la poesia Che fanno? da Gnòsi delle Fanfole) e Il processo di Kafka. Non ha mai scritto niente di creativo e amatoriale all'infuori di spinoza.it, tranne un giorno in cui ha notato che Exit Music (for a film) dei Radiohead somiglia incredibilmente a Mia moglie di Piero Ciampi e ha aperto un blog al solo scopo di poterlo affermare. Soultrotters è perciò la sua prima avventura letteraria seria e, conoscendolo, potrebbe anche essere l'ultima.

 

Ama giocare a scacchi.

Odia gli anglicismi.

La sua keyword è boh.

Il suo sogno è mollare tutto e fare il sommelier.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Sdrènfano