Siddhì Dubois
La Matta Senza Nome

Un sabato sera, in ospedale, un uomo lesse a sua moglie la poesia A Silvia di Giacomo Leopardi. Non sapeva se la creatura che riposava nel ventre di lei fosse maschio o femmina: la ragione gli diceva maschio, ma il cuore parlava al femminile. La moglie si emozionò così tanto per quella lettura amorosa che la mattina dopo partorì una bambina con i capelli scuri e gli occhi chiari. In onore e a ricordo della loro serata romantica, decise di chiamarla Silvia. Crescendo, Silvia si diplomò in Ragioneria e Perito commerciale, prese una laurea in Sociologia e un secondo diploma in Filosofia orientale e comparativa. Divenne una viaggiatrice, fuori e dentro di sé, passando da Stonehege all’India, da New York alle piramidi di Giza, dai seminari del Dalai Lama a quelli il maestro indiano Samdarshi. Sceglie di farsi chiamare Siddhì, evoluzione di Silvia. Si iscrive alla Escuela Mondial de Metagenealogia, Psicomagía y Tarot Evolutivo di Cristòbal Jodorowsky.  Nel 2013 decide di diventare uno dei clown volontari dell'associazione Over the Rainbow direttamente affiliata al Gesundheit! Istitute di Patch Adams. Ricercatrice per natura e gnostica per vocazione, i suoi interessi sono molteplici e in apparenza distanti tra loro, ma niente è come sembra. Crede che la felicità sia una decisione di ogni istante della vita e che la conoscenza, così come la coscienza, sia senza limiti.

 

Ama la vita.

Odia niente e nessuno, perché ciò che c'è fuori è l'espressione di ciò che abbiamo dentro.

La sua keyword è evoluzione.

Il suo sogno è continuare a scegliere di vivere la vita e non di sopravviverle.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Siddhì