Vera Barbisan
L'eterna prima_vera

In quel periodo tutti si aspettavano un maschietto, ma una notte la madre sognò che avrebbe avuto una bambina e che l'avrebbe chiamata Vera. La premonizione non tardò ad avverarsi e il 1 maggio del 1980 Vera inizia il suo cammino di vita. Lo strano gioco della sorte cromosomica continuò e i suoi primi giocattoli non furono bambole, ma un robottino parlante e un trenino elettrico. Chissà se questi taciti input di comunione e non omologazione dei generi hanno influenzato in parte gli sviluppi successivi della ragazza, sempre attratta da tutto ciò che è sperimentazione ed esperienza. Dopo gli studi classici si è laureata in Scienze della Comunicazione, per poi intraprendere il suo viaggio professionale nel mondo del web e della comunicazione online. Studia e tiene sott'occhio i meccanismi e le evoluzioni del web e dei motori di ricerca. Google è il suo amico-nemico di tutti i giorni. Non ha ancora avuto la sensazione di essere arrivata, ogni spunto è un nuovo punto di partenza. 

 

Ama curare le piante, i gatti, memorizzare gli odori dei luoghi che visita.

Odia i fiori recisi, perdere tempo, gli sprechi, le chiacchere inutili.

La sua keyword è quiete_prima_della_tempesta.

Il suo sogno è poter fare un viaggio nel tempo e vedere come sarà il mondo nel futuro. 

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Vera