Ada Lovelace
La matematica pioniera dell'informatica
READ SOULTALE / La metrica dei numeri

Il mio sepolcro giacerà accanto al tuo. È la mia ultima volontà, padre. Non colmerà nulla, non sanerà alcuno strappo. Eppure a te desidero ricongiungermi nel ritorno alla madre terra. Sono pur sempre la tua fiera e audace figlia.
Ignori così tanto di me. Candide sensibilità costrette da distanze e silenzi.
Ignori le mie predilezioni: i gatti, la musica, l'arpa, il ballo. E singolari inclinazioni che determinano straordinari destini.
Sono matematica e donna, binomio inconsueto e sorprendente per i costumi del mio tempo. Ma l'algebra mi compete. E amo osare. Sono pur sempre tua figlia.
Ho profuso gran parte della mia esistenza nel tentativo di decodificare e liberare l'entità dei numeri, fronteggiando e scavalcando inibenti convenzioni umane. Sono tua figlia, una ribelle.
Ti ho figurato nei calcoli, nelle formule infinite, nei miei diletti numeri. Ne ho determinato la grandezza, operazione dopo operazione. Prendendone poi i risultati li ho sommati, divisi e moltiplicati all'ennesima potenza. Li ho immaginati e plasmati. Quindi ingranditi e dilatati. Come nubi grosse e gonfie spinte dal vento, uccelli invisibili in volo ad accorciare interstizi multipli. E librandomi in aria con loro, ne ho contemplato la poesia, la struggente bellezza, l'immutabile perfezione. In quegli istanti sospesi, nell'espressione congiunta del mio pensiero e del mio spirito, accordavo la ferrea ragione al delicato sentimento. Tessendo punti di congiunzione come coniugazioni sentimentali, la mia anima incontrava la tua. In un abbraccio di grazia, senza tempo.

ABOUT / Ada Lovelace
Public domain.

Augusta Ada Byron, meglio nota come Ada Lovelace (Londra, 10 dicembre 1815 – 27 novembre 1852), è stata una matematica inglese. Figlia del politico e poeta lord George Gordon Byron, non conobbe mai il padre che si separò dalla famiglia un mese dopo la sua nascita. Appassionata di matematica, algebra e logica, attraverso lo studio dei metodi di calcolo realizzabili con la Macchina Analitica proposta da Charles Babbage, nel 1843 prefigurò il concetto di intelligenza artificiale. L'algoritmo da lei descritto per calcolare i numeri di Bernoulli è considerato il primo programma per computer concepito nella storia. Per questo motivo è considerata la pioniera dell'informatica. Nel 1979 il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha nominato un linguaggio software – Ada – in suo onore.

SOULSPECIAL