Adolphe Sax
L'inventore di strumenti impensabili
READ SOULTALE / Per vocazione: la meccanica del suono

Chiudi gli occhi. Ascolta.

Senti la musica di questo strumento? Più che un suono, pare una voce. A tratti è un grido, un’emozione cheti arriva dentro. Ti scava nella pancia.

La precisione dei pistoni. La meccanica perfetta. La potenza del suono. Una bomba o una carezza. L'ho sognato che non c’era. A occhi chiusi riesci a immaginarti uno strumento simile? Curvo, luccicante, sensuale. Pericoloso. C’è chi lo vorrebbe proibito, ma la musica è sempre più forte di tutto. Io l’ho pensato per le bande militari, ma poi ha preso strade diverse. Il jazz. Il rock. Le cantine fumose. I grattacieli.

Questo strumento porta il mio nome, forse la mia voce, di certo un po’ della mia anima. Mi chiamo Sax.

ABOUT / Adolphe Sax

Antoine-Joseph Sax, detto  Adolphe  (Dinant,  6 novembre1814  –  Parigi,  7 febbraio1894), è stato uninventore e costruttore di strumenti musicali belga. Appassionato fin da giovanissimo al mestiere dei genitori, entrambi costruttori di strumenti musicali, progettò e costruì nuovi tipi di tromba e di clarinetto. Nel 1841 ebbel’intuizione per realizzare uno strumento che avesse un suono paragonabile agli strumenti a corda, ma che fosse caratterizzato da una maggiore forza e intensità, maneggevole come i legni ma con la potenza di un ottone. Trasferitosi a Parigi, il 28 giugno 1846 Adolphe Sax ottenne il brevetto per la sua invenzione che venne battezzata saxophone. Ne progettò vari modelli, in diverse tonalità: dal sopranino al subcontrabbasso, pensandoli sia per le bande musicali che per l’orchestra. Fu apprezzato da diversi compositori, tra cui Berlioz e Rossini, e ottenne grande successo tra le bande militari.

SOULSPECIAL