Alex Zanardi
Il pilota che corre una lunga gara
READ SOULTALE / Cammina con le tue gambe

Sì, lo so che sei in difficoltà.
A parlare di me, a parlare con me.
O mi sopravvaluti o mi ritieni uno che nella sfiga è stato baciato dalla fortuna. La fortuna di prenderla bene, di avere l’ironia, il sarcasmo e di essere capace di buttarla sul ridere. Qualità che non tutti hanno.
Sai che c’è? Da qui è tutto un po’ più semplice.
Un giorno ti svegli tagliato a metà. Hai sempre pensato: Se mi succede, che so? Se mi succede di perdere le gambe, mi ammazzo. Invece, poi, quando la tua altezza è dimezzata, il tuo pensiero si fa più alto. Ti accorci a un’estremità e ti allunghi dall’altra, in un meritato contrappasso. Pensi solo: Voglio ancora portare mio figlio sulle spalle. Allora rilanci perché rallentare più di così davvero non potresti. Punti più vicino al cielo. Senti che le gambe non sono l’unica appendice possibile e corri una gara più lunga.
In ogni crisi risiede, ma forse è più corretto dire si erge, una nuova possibilità. Non sarei potuto essere un campione olimpico, con le gambe. Non avrei mai conosciuto e raccontato le storie di tanti sportivi.
Non avrei mai sciato con uno sci solo. D’accordo, è stupido: ma tu l’hai mai fatto?
Non avrei riflesso, nel mio sorriso, le paure e i problemi di tanta gente. Questo è meno stupido: ma tu l’hai mai fatto?
Quante vite ho vissuto, invece? Quante altre mi aspettano?
Te lo dico io: Sono così emozionato che mi tremano le gambe.

ABOUT / Alex Zanardi
Creative Commons. Author: Morio.

Alex Zanardi (Bologna, 23 ottobre 1966) è un pilota automobilistico, ciclista su strada e conduttore televisivo italiano. Corre, di professione, con o senza gambe: Formula Uno, Formula Cart, Campionato Superturismo e Handbike. Emiliano di nascita, ha uno spiccato senso dell'ironia e del sarcasmo che sono stati forse la sua salvezza. Sicuramente lo hanno aiutato a superare le gravi conseguenze dell'incidente avvenuto il 15 settembre 2001 durante la finale della gara CART in Germania, sull'EuroSpeedway Lausitz, in cui Zanardi ha subito l'amputazione delle gambe.

SOULSPECIAL