Alfred Kinsey
Il biologo dell'universo sessuale umano
READ SOULTALE / Inno alla diversità

Mi considero un uomo in esplorazione. Ho cominciato da ragazzo, quando il mondo intorno a me mi sembrava un immenso e affascinante terreno di gioco, in cui imparare era una sfida continua. Scoprivo la terra, il cielo, il fiume e ogni singola forma di vita che strisciasse o volasse, saltasse o camminasse. L’incredibile varietà della vita mi si è dispiegata davanti agli occhi e io la volevo sentire, provare, assaggiare. 

Ho allenato i miei sensi al gusto del dettaglio, all’analisi profonda e paziente. Così, quando ho cominciato a interessarmi all’animale-uomo, mi ha preso la vertigine di un nuovo universo, più affascinante e complesso di tutto ciò che avevo studiato fino a quel momento. Ho dovuto aprire gli occhi su un banalissimo dato di fatto: la straordinaria diversità umana non era oggetto di meraviglia per tutti. L’animale-uomo lotta strenuamente per conquistare l’etichetta di uomo/donna normale. Ho sbattuto il naso contro la paura della diversità e dell’esclusione.

Forse il tempo passato a investigare il comportamento di centinaia di migliaia di insetti mi ha introdotto a poco a poco in un mondo sfaccettato ma allo stesso tempo semplice, primitivo e ancestrale. Quando è successo che l’animale-uomo ha dimenticato la naturalezza dell’atto sessuale? Quando e come sono sorti divieti, tabù e costrizioni? Quando è sopraggiunta la vergogna? Sono domande che continuo a pormi senza sosta anche se, essendo un uomo di scienza, ho cercato prima di tutto di indagare. Quindi, per una volta, invece che muovermi, toccare ed esplorare, mi sono seduto ad ascoltare. E le migliaia di voci che ho ascoltato mi hanno raccontato storie di incubi riposti, imbarazzi malcelati, proibizioni inflitte e subite. Ma, soprattutto, mi hanno raccontato di paura.

Ma quello che ho sentito, al di là delle barriere della vergogna, della morale inquisitoria che divide ciò che è giusto da ciò che è perverso, è stata la sinfonia della diversità. Un immenso coro di esseri umani che hanno rivelato la spinta dei loro desideri e che hanno confessato il proprio personale piacere all’abbandono. Non ho visto perversione, anormalità, malattie, deviazioni o follie. Ho visto la spontanea e ovvia bellezza della varietà. 

ABOUT / Alfred Kinsey
Creative Commons. Author: Proyecto Historiador 2.

Alfred Kinsey (Hoboken, 23 giugno 1894 – Bloomington, 25 agosto 1956) è stato un biologo e sessuologo statunitense. Dopo essersi affrancato da una famiglia di stampo conservatore, si è dedicato ai meandri della scienza, finendo per interessarsi alla sessuologia. Nell’ambiente della morale retriva e ferrea degli Stati Uniti degli anni ’50, si è imbarcato in un progetto ad ampio respiro: un rapporto, passato poi alla storia come Rapporto Kinsey, sul comportamento sessuale del popolo statunitense. Per portare a termine il progetto ha attraversato gli Stati Uniti in lungo e in largo, raccogliendo decine di migliaia di interviste. Pubblicato tra il 1948 e il 1953, il suo lavoro resta la prima inchiesta statistica sull’universo sessuale umano, fino a quel momento nascosto, evitato o ignorato dalla divulgazione scientifica.

SOULSPECIAL