Baba Bedi XVI
Il maestro della Filosofia acquariana
READ SOULTALE / Siate come il seme della rosa

Qual è il nesso tra il seme di una rosa e la pace sociale? Dove nasce la rivoluzione? E l’evoluzione?

Osservate la natura. Sentite il battito della bellezza e dell’armonia. Sentite i passi danzanti dell’equilibrio che le appartiene. L’occhio della vostra anima vede arcobaleni.

Osservate ora il seme di una rosa. Mettetelo sotto terra. Affinché il seme possa essere se stesso, la sua vitalità creativa rompe dapprima il guscio, poi con violenza penetra nella terra, ne rompe la superficie, mette fuori la testa, cresce e genera lo stelo. Più tardi, la vitalità creativa della rosa romperà il gambo e nascerà il bocciolo di rosa. E solo allora comincerà a fiorire la danza della sua apertura. E con il suo profumo di bellezza e armonia, la rosa sarà parte attiva dell’equilibrio armonico della natura.

Ora, io vi dico: siate, ciascuno di voi, come il seme della rosa.

Vivete pienamente, egoisticamente, la vostra creatività. Vivetela fino in fondo. Vincete le barriere che si frappongono a essa e alla piena espressione dei vostri talenti. Combattete fino in fondo la vostra battaglia per essere e per divenire. Da seme, diventate bocciolo in fiore.

Ogni ostacolo alla vostra creatività, ogni barriera che interferisce con la vostra piena espressione e realizzazione, con il vostro equilibrio e il vostro benessere, inevitabilmente si manifesterà come esplosione di violenza. Lo vedete nel seme della rosa.

Siate, ciascuno di voi, come il seme della rosa. E farete cambiare il mondo.

Pensateci: dove trovano le radici tutte le rivoluzioni della storia, la rivoluzione francese, americana, russa? La risposta è una sola: nella repressione, nell’ostacolo alla piena e libera espressione di sé. Ma vivere pienamente, egoisticamente, la propria creatività è la sconfitta totale della repressione. È per questo che il nostro vivere creativamente è la base fondamentale per la pace sociale. Pensateci. Agite per il vostro bene e agirete per il bene comune.

Siate, tutti e ciascuno, come il seme della rosa.

ABOUT / Baba Bedi XVI

Baba Bedi XVI, nato Baba Pyare Lal Bedi (Dera Baba Nanak, 5 aprile 1909 – Rivarolo Canavese, 31 marzo 1993) è stato un mistico indiano. È il padre della Filosofia acquariana, un rivoluzionario sistema di pensiero formulato in India a partire dal 1961 e sviluppato in Italia dal 1972. La Filosofia acquariana offre una visione antropologica, filosofica e spirituale di armonia olistica, in cui l’Essere Umano, guidato dalla Sensibilità Psichica, è attore principale della propria evoluzione verso la perfezione e la pace, in armonia con il Creato. Baba Bedi è il discendente della XVI generazione di Sat Guru Baba Nanak, capo-fondatore della fede Sikh nel XV secolo. Nella vita è stato un brillante studioso, atleta, rivoluzionario e attivista politico per l'indipendenza dell'India, filosofo, educatore, scrittore, poeta e traduttore.

SOULSPECIAL