Bruce Lee
L'artista marziale senza forma
READ SOULTALE / Sii acqua

La vita può paragonarsi a un lungo combattimento.
Ci sono molti modi di battersi, ma nella vita, come nelle arti marziali, spesso la gente si fossilizza su uno schema fisso, prevedibile e inefficace. Lo facevo anch’io, quando da ragazzino mi opponevo al flusso invece di seguirlo. Litigavo con gli insegnanti, litigavo con i miei genitori, litigavo con i miei compagni, litigavo con i delinquenti di Hong Kong. Litigavo con tutti. Mi sentivo un vero duro, uno che non si faceva mettere sotto. Poi, con il tempo, ho capito. Le arti marziali mi hanno insegnato il principio del Tao. Mi hanno mostrato che un combattimento non è uno scontro, ma un flusso di armonia in cui forza attiva e positiva si alternano in un reciproco accogliersi l’una nell’altra. Il combattimento, come la vita, non è un conflitto, ma una danza.

La vita può colpirti duro. Allora tu devi accogliere il colpo, senza opposizione, cercando di usare la sua forza a tuo vantaggio. Un fiume non può spostare una montagna, ma può aggirarla. Un giorno mi infortunai gravemente alla schiena e fui costretto a letto per mesi. I dottori mi dissero che forse non avrei più potuto praticare le arti marziali. Normalmente si viene assaliti dallo sconforto e dalla non accettazione. Eppure, che lo si voglia o no, il colpo è arrivato. L’unico modo, per non riportare danni, è accettarlo. Bisogna essere acqua. Fu così che, invece di rimanere a letto a fissare il vuoto, rimuginando sulla mia sfortuna, presi in mano un libro dopo l’altro e allenai la mia mente, dato che non potevo usare il mio corpo. Quell’esperienza mi aprì nuove prospettive e infine, contro le attese dei medici, tornai a combattere.

Il principio fondamentale della vita, come della lotta, è questo: adattarsi ed essere senza forma, come l’acqua. Se metti l’acqua in una tazza, diventa la tazza. Se la metti in una bottiglia, diventa bottiglia. L’acqua può fluire docile o può abbattersi con violenza. L’acqua è paziente, si scava lentamente la sua via e, se incontra un ostacolo, non si ferma: trova una nuova strada.

Sii acqua, amico mio. Sii acqua.

ABOUT / Bruce Lee

Bruce Jun Fan Lee (San Francisco, 27 novembre 1940 – Hong Kong, 20 luglio 1973) è stato un attore, artista marziale, filosofo, regista, sceneggiatore e produttore statunitense di origini cinesi. All'età di tredici anni iniziò a praticare il Kung-Fu con lo stile Wing-Chun, dimostrandosi molto portato e appassionato per quest'arte. Attratto da qualsiasi disciplina da combattimento, Lee si allenò anche nel pugilato occidentale e imparò i rudimenti di scherma. Questo approccio a 360° lo distingueva da ogni altro praticante di arti marziali e, nel 1966, decise di dare un nome al suo stile senza stile: Jeet Kune Do. Il 13 agosto 1970, a causa di un errato riscaldamento dei muscoli in un allenamento di sollevamento pesi, subì un grave infortunio. Nei sei mesi successivi però riuscì a recuperare agilità, velocità e potenza. Come attore recitò in 25 film e serie televisive.

SOULSPECIAL