Christiaan Neethling Barnard
Il chirurgo del kairos
READ SOULTALE / La bravura non è tutto

Il cuore è un muscolo rosso, è carne viva, e arterie, e vene, e fibra, e valvole. Piccolo come un pugno, il cuore dona, a organi bramosi, sangue brillante di vita e ne riceve le scorie, intrise di peccati e di umori. È perpetua rigenerazione.

Il cuore è l’organo più difficile per il chirurgo. Sapete quanto tempo ci vuole ad asportarlo? E a rimontarlo? Fino a che non l’ho fatto io, nessuno lo sapeva.

Il cuore è tecnica, è abilità. Maneggiarlo richiede mani d’acciaio, delicate come steli di rosa. Solo i più bravi possono padroneggiarlo. Bisogna essere rapidi e precisi. Se non si è capaci è meglio non mettercisi neanche. E io abile lo sono sempre stato. A scuola non ero bravo. La mia è un’abilità di vita, di mani veloci che fanno quello che devono fare e ricuciono in fretta. È la furbizia della volpe, la rapidità del furetto, è la capacità di unire istinto e azione.

Il mio maestro aveva un nome ampolloso, Norman Edward Shumway. Mi ha spiegato la tecnica, su una polverosa lavagna, mi ha mostrato punti, anastomosi e accessi in un’aula della polverosa università di Stanford. Ma io non sono un noioso accademico. Io sono Christiaan Barnard. Mi piacciono le belle donne e i giri a tutta velocità in tangenziale sulla mia auto sportiva. Mi piacciono i bei vestiti, ed essere intervistato, e i party, e andare in giro per il mondo. Sono vanesio, e bravo, e abile.

Per fare quello che ho fatto io, trapiantare un cuore, ci voleva violenza inaudita e abilità, e cogliere il momento giusto, il kairos. Mi hanno criticato: hai imparato la tecnica dei maestri e poi l’hai messa in pratica tu. Ma i maestri erano persi nei loro congressi, discutevano, parlavano del cuore, ma non riuscivano a sentirne la pulsante bellezza legata all’attimo che fugge. Magari non ero il più bravo, non ero il più colto. Ma sapevo cogliere il momento e inciderlo. Ecco, Christian Barnard sapeva incidere. Mi basta che si dica questo di me.

ABOUT / Christiaan Neethling Barnard

Christiaan Neethling Barnard (Beaufort West, 8 novembre 1922 – Pafo, 2 settembre 2001) è stato un chirurgo sudafricano. Nella vita è assurto a fama mondiale per aver praticato il primo trapianto cardiaco della storia della medicina, traguardo raggiunto dopo un lungo apprendistato negli Stati Uniti, presso Owen H. Wangesteen e Norman Shumway, e dopo aver sperimentato a lungo il trapianto di cuore sugli animali, senza che gliene riuscisse mai uno. Una volta diventato vecchio e inabilitato a operare a causa di una grave artrite reumatoide, Barnard si è rovinato la reputazione pubblicizzando un prodotto anti-invecchiamento che, rivelatosi provvisto di numerosi effetti collaterali, è stato ritirato dalla circolazione dalla Food and Drug Administration.

SOULSPECIAL