Edward R. Murrow
Il giornalista che si è battuto per la verità
READ SOULTALE / Libertà di espressione

Ho raccontato solo una piccola parte delle cose che ho visto in guerra, perché per le altre non c'erano parole.
Il silenzio a volte può essere assordante, ma necessario. Serve per riflettere, per assimilare.
Le parole nascono nel silenzio e il loro uso deve essere ponderato a lungo.
Mi dicono che io sia nato per fare questo lavoro. Non so dirlo in verità. Ci sono giornalisti in grado di scrivere meglio di me, più coraggiosi o più acculturati. Io penso alla verità dei fatti e cerco di raccontarla, tentando faticosamente di non modificarne la purezza con parole sbagliate.
Vedo sempre il bicchiere mezzo vuoto, vivo secondo regole molto rigide, chiedo a me stesso e agli altri forse più di quello che è possibile dare perché sono un perfezionista e credo ciecamente nell'umanità. Nonostante tutto ciò che ho visto e tutto ciò che ho ascoltato, nonostante il mio carattere, la mia fede negli uomini non vacilla ed è per questo che ho attaccato il senatore McCarthy, durante See It Now.
Il dissenso in questi giorni bui viene scambiato con la slealtà. Eppure il dissenso è vita e il dibattito è necessario per evolvere. Ho avuto problemi con gli sponsor del mio programma dopo quella puntata, ma lo avevo preventivato.
Non ho avuto però problemi con il mio pubblico ed è questo che mi interessa.

Credo che la televisione possa essere uno strumento in grado di insegnare, informare e ispirare, ma solo se l'essere umano deciderà di utilizzarlo in un certo modo. Altrimenti, rimarrà un semplice mezzo per intrattenere e divertire persone apatiche, egoiste e isolate.

Abbiamo la possibilità di costruirci la storia, dobbiamo stare attenti e pensare al modo migliore per farlo.
Dobbiamo insistere e credere fino alla fine che un mondo migliore sia possibile.
La nostra storia sarà quella che noi vogliamo che sia.

ABOUT / Edward R. Murrow

Edward R. “Ed” Murrow (Greensboro, 25 aprile 1908 – Pawling, 27 aprile 1965) è stato un giornalista radiotelevisivo statunitense. Divenuto famoso per il suo lavoro di corrispondente di guerra durante la seconda guerra mondiale, si fece promotore di una importante lotta contro la censura nel periodo della guerra fredda. Si scontrò duramente con Joseph McCarthy all'interno del programma See It Now, durante il quale non solo accusò il senatore per i suoi metodi inquisitori ma tutta la nazione, utilizzando una citazione di Shakespeare: La colpa, caro Bruto, non sta nelle nostre stelle, ma in noi stessi. Scomodo per molti, dopo aver perso gli sponsor per i suoi programmi, la carriera di Murrow proseguì in modo incerto. Ma se perse spazio all'interno dei palinsesti a causa della sua integrità morale, non perse mai l'ammirazione del pubblico.

SOULSPECIAL