Francesco De Gregori
Il principe cantautore
READ SOULTALE / Non confondermi con niente e con nessuno

Sono quello che non si toglie il cappello quando sale sul palco.
E cammina per la strada portandosi appresso un bagaglio di storie che a vedermi, se non sai chi sono, non lo diresti. Ma è difficile che tu non sappia chi sono. Mi avrai visto qualche volta stampato su una copertina o su un manifesto, giusto ieri o qualche tempo fa.
Sono un signore distinto, ormai ho la barba bianca, vesto elegante e mastico le parole con la musica da sempre, come il pane quotidiano.
 
Sono stato Omero, sono stato Pavese inzuppato nella pioggia, sono stato Pablo che è sempre vivo, sono stato Nino che nonostante la paura ha segnato il suo rigore.
Sono stato Gambadilegno zoppicante a Parigi, sono stato il pellegrino in cerca del suo Angelo a Lyon, il mendicante arabo e l’uomo che non si ferisce mai sui pezzi di vetro. Sono stato un generale, un capitano e un mozzo sul Titanic. Sono stato un cane, un matto, un minatore, uno zingaro e persino un cuoco. E lo sono ogni volta che canto.
Ho ucciso Babbo Natale e sono caduto sui monti del Friuli. Ho preso e perso navi, treni, aerei, sogni e barchette di carta, con diverse scarpe e vecchie valigie. E ho viaggiato, sempre, anche a piedi nudi sulla strada.
Sono stato e sono un artista. Ho amato Caterina, Giovanna, Carmela, Irene, Marianna, Susanna, Alice, Mimì e un fenomeno da baraccone. Le ho amate e le amo ogni volta che, con nuovi suoni e con la mia voce, te le racconto.
 
Sotto al mio cappello sono un principe che non rivendica nessuna nobiltà. Anzi, sono Il Principe come ha detto l’amico Lucio, che si commuoveva quando cantavo e mi commuove sentirlo cantare, sempre e per sempre.
Ma se mi incontri, tu non sai chi sono. Anche se mi riconosci, mi saluti e poi mi chiedi l’autografo e una foto, dove guardo e non sorrido, non sai davvero con chi stai parlando.
Sotto al mio cappello, io non sono io. Quello che vedi non sono io; quello che canto io, come solo io so fare, non sono io. Mi dispiace, ma ti stai sbagliando se mi confondi con la mia musica, con le mie storie e con il mio mestiere.
E adesso scusami se vado di fretta, ma davvero no, non sono io.

ABOUT / Francesco De Gregori

Francesco De Gregori (Roma, 4 aprile 1951) è un cantautore e musicista italiano. Ha all’attivo trentadue album e innumerevoli tourné, tra le quali due con Lucio Dalla, amico di sempre. La definizione spesso usata dai media di Principe della canzone italiana, trae origine dal soprannome che lo stesso Dalla gli diede, in riferimento alla sua immagine elegante e schiva. Nel 2012 ha pubblicato un album, Sulla strada, in cui è contenuto un brano dal titolo Guarda che non sono io nel quale rivendica la propria riservatezza, rispetto all’immagine pubblica del cantautore di successo.

SOULSPECIAL