Garry Davis
Il primo cittadino del mondo
READ SOULTALE / Casa è ovunque

A cosa servono i confini?
La società è divisa, piena di categorie, gerarchie e discriminazioni. La gente è capace di inquadrarti solo sapendo da che paese provieni. Peggio. Non solo la gente giudica gli altri, ma si identifica nell’appartenenza a una nazione.
Come se gli esseri umani potessero essere ridotti a inglesi, americani, francesi o italiani.
Come se ci fosse qualche reale differenza tra un essere umano greco e uno finlandese.
Il colore della pelle, dei capelli e degli occhi può variare. Le usanze e la cultura anche. Ma siamo tutti umani, abitiamo tutti lo stesso pianeta e dovremmo tenerne conto in ogni nostra azione.

La realtà è che non esistono confini.
Ognuno di noi nasce cittadino del mondo, in un certo luogo e con determinate caratteristiche. La diversità di cultura è diversità di punti di vista. Questa è una ricchezza che solo un genere umano, unito sotto un’unica bandiera, può vantare. La cittadinanza, con i privilegi legali e sociali che comporta, crea discriminazione e pregiudizio. Appartenere a una nazione significa mettersi in contrapposizione con chiunque non vi appartenga. Significa avere paura e la paura è il sentimento che sta alla base di tutte le calamità umane.

Il cittadino del mondo non ha paura, perché ogni essere umano è suo fratello.
Per il cittadino del mondo casa è ovunque. Il mondo gli appartiene e lui appartiene al mondo. Questo pianeta è l’unico che abbiamo. È la nostra dimora e il cittadino del mondo deve rispettarla e prendersene cura. Con ogni altro essere umano, egli deve tenere rapporti di buon vicinato, come in un grande palazzo.
Noi siamo un’unica specie.
Ma potremo dirci realmente evoluti solo quando supereremo queste false barriere che sono i confini nazionali, edificati sulla paura del diverso, sulla presuntuosa rivendicazione di superiorità sugli altri e sul possesso di un territorio. Le nazioni sono l’ultimo baluardo di una visione superata, medievale, della Terra e dell’umanità.

 

ABOUT / Garry Davis

Garry Davis (Bar Harbor, 27 luglio 1921) è un attivista per la pace statunitense. Ex attore di Broadway, prestò servizio nell'esercito degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale come pilota bombardiere B-17. Ma rimase così inorridito per le azioni viste e compiute in guerra che rinunciò alla cittadinanza americana e a Parigi, nel 1948, divenne il primo cittadino del mondo e, l'anno seguente, fondò il Registro Internazionale dei Cittadini del Mondo che oggi contiene oltre 750.000 individui. Ha poi formato, nel 1954, il World Service Authority come agenzia esecutiva e amministrativa del governo, che emette ora i passaporti – insieme con i certificati di nascita e altri documenti – a coloro che li richiedono.

SOULSPECIAL