Georges Ivanovič Gurdjieff
Il mistico del risveglio dell'uomo
READ SOULTALE / Sveglia!

Chi sono io non importa. Gli uomini credono di poter conoscere qualcuno sapendo pochi dettagli della sua vita o sulla sua occupazione. Giudicano in continuazione. Non comprendono che qualsiasi pensiero li attraversi in realtà non è loro. Che qualsiasi informazione posseggano è parziale o falsa. La loro capacità critica è offuscata. 

Non importa chi sono io. La domanda giusta è chi credete di essere voi?

Dormite il sonno degli inconsapevoli o almeno, una volta nella vita, avete aperto gli occhi accorgendovi che qualcosa non quadra? Se il secondo caso vi riguarda, forse avete qualche speranza di liberarvi. Prima però dovete comprendere una verità fondamentale: l’uomo dorme. Non è una metafora o qualche strano artificio del linguaggio. L’uomo è profondamente addormentato, immerso in un’ipnosi che lo rende stupido. L’uomo sogna di vivere una vita reale e di essere padrone di se stesso. Di rado si accorge dell’illusione in cui vive e, ancor più raramente, dà importanza alla cosa. È il migliore degli schiavi, perché crede di essere libero.

Esiste un racconto in Oriente che parla di un mago che possedeva un gregge di pecore. Queste sapevano che le avrebbe tosate e poi uccise per mangiarle. Così fuggivano in continuazione, si ribellavano e si disperdevano. Il mago allora fece un incantesimo. Le pecore da quel momento lo avrebbero considerato come il loro Signore. Avrebbero ubbidito a ciò che lui diceva, convinte di essere le figlie predilette. E, anche quando fosse giunto il momento di essere uccise, avrebbero accolto la morte con serenità, convinte che nell’aldilà avrebbero ricevuto un grande premio. Da allora le pecore non fuggirono né si ribellarono più.

Questa è la misera condizione degli uomini. Non tutti riescono a svegliarsi da questo sonno. Soltanto coloro che, facendo tesoro di un barlume di coscienza, si metteranno alla ricerca della verità. Se saranno umili, perseveranti e non poco fortunati, forse incontreranno una vera Scuola.
Solo allora, forse, potranno davvero cominciare il loro cammino.

ABOUT / Georges Ivanovič Gurdjieff

Georges Ivanovič Gurdjieff (Alexandropol, 14 gennaio 1872 – Neuilly, 29 ottobre 1949) è stato un filosofo, scrittore, mistico e maestro di danze armeno. Dall'estate del 1885 cominciò un lungo percorso in diverse tradizioni spirituali, in particolare quella sufi. Tra il 1887 e il 1907 formò un gruppo chiamato i Cercatori della verità, compie numerosi viaggi in Medio Oriente, in India, che lo portarono dall'Asia Centrale fino al Tibet. La sua dottrina combina sufismo e altre tradizioni religiose. L'insegnamento fondamentale di Gurdjieff è che la vita umana è vissuta in uno stato di veglia apparente prossimo al sogno. Per trascenderlo elaborò un lavoro su se stessi al fine di ottenere un livello superiore di vitalità e consapevolezza. La sua tecnica prevede il raggiungimento di uno stato di calma e isolamento, a cui segue il confronto con altre persone. Celebre il suo romanzo autobiografico Incontro con uomini straordinari da cui, nel 1978, il regista Peter Brook ne ricavò un film.

SOULSPECIAL