Harry Marks
L'ideatore delle conferenze TED
READ SOULTALE / Un'idea che merita di espandersi

Una conferenza, ogni anno. Nella parte meridionale di L.A., California.

Ogni giorno è lì davanti a me. Sullo schermo vedo scorrere parole e parole che formano frasi e poi testi. Non avrei mai potuto immaginarlo. D’altronde ho sempre visto solo parole e il mio lavoro, type, type, type, iniziato a 15 anni da tirocinante all’Oxford University Press, erano solo parole. Era il dopoguerra.

Oggi sono la traduzione digitale di quello che la gente dice. È un palcoscenico di idee da condividere e la condivisione è ciò che più di tutto mi ha fatto capire l’importanza di questo aspetto. Esiste una sinergia nella collaborazione. Lavorare da soli è giusto, va bene, per certi versi, ma se lavori da solo ti perdi qualcosa e io ho avuto la fortuna di poter lavorare con gente fantastica. L’azione coordinata del collaborare produce il potenziamento dell’attività di una sola testa quando dà da mangiare alle altre teste, come in un continuo viavai di pensieri.
Stimolante, motivante, persuasivo, esplicativo, chiarificatore, divertente, ingegnoso, coraggioso, accattivante. Segreti da condividere, cambiamento climatico e sociale, ghiacciai e micro cellule, terrorismo e disoccupazione. Il cervello umano, la felicità, la correttezza emozionale e le parti di un chip. Il ratto e la memoria. Ingenuità ed eleganza, gli alfabeti dell’Africa e i cinque sensi. La crisi finanziaria e l’altruismo. La morte e il suo significato. Una nuova visione, quella più antica, la più originale.
Illuminazione, ispirazione e infiniti punti di contatto.

ABOUT / Harry Marks

Harry Marks (1931) è considerato il padre del progetto di diffusione di idee TED, ideas worth spreading. Cambiò la televisione utilizzando non soltanto la tecnologia per far emergere le immagini ma soprattutto stile e testa. Nel 1984 ebbe la brillante idea di riunire persone che lavoravano nei più disparati ambiti della tecnologia, dell’intrattenimento e del design per dar vita, assieme a Richard Saul Wurman, alla TED Conference. Conferenze annuali che avevano anche lo scopo di stimolare coloro che le ascoltavano, rappresentando l’élite dei loro settori con ospiti di spicco.

SOULSPECIAL