Henry David Thoreau
Il filosofo gagliardo e felice
READ SOULTALE / La vita a raso terra

Ho preso a prestito un'ascia e ho abbattuto qualche pino bianco per costruire la mia nuova dimora, qui sulle rive del lago di Walden. È il 4 luglio, la data della Dichiarazione d'Indipendenza: la mia. Me ne vado. Prendo le distanze e le misure da un mondo che vuole impormi le sue, senza avermi chiesto se sono d'accordo. Voglio sentirmi un essere completo, osservare, comprendere e abbracciare, in un pensiero senza fratture, la meravigliosa complessità e armonia della natura.

Qui posso scrivere. Con un gesto vivo, come vigoroso atto d'amore verso la realtà che mi circonda. È fondamentale amare quello che facciamo, sentire che cuore, fegato e tutti gli organi del corpo cospirano con lo spirito. Qui posso rintracciarmi, fare turismo interiore e diventare geografo di me stesso. E poi far corrispondere i miei mondi con gli altri, parlare alle stelle, dialogare con le foglie, diventare ciò che sono.

Dicono che sono un egocentrico, un aristocratico sprezzante, ma non conosco aristocratici che abbiano optato per scelte tanto spartane. Preferisco quando mi definiscono un ottimista metafisico perché colgo la natura soprattutto nei suoi aspetti positivi. Non sarò per questo più visionario di quanti credono che la cosiddetta società organizzata sia il migliore dei mondi. Vedrete dove vi porterà la vostra santa tecnologia!

Sobrietà può fare rima con felicità e la ricchezza non è possedere beni cui si può accedere solo cedendo quote della nostra vita. La ricchezza è direttamente proporzionale a ciò di cui possiamo fare a meno. Credetemi. Anzi no, provateci.

ABOUT / Henry David Thoreau
Public domain.

Henry David Thoreau, nato David Henry Thoreau (Concord, 12 luglio 1817 – 6 maggio 1862), è stato un filosofo, scrittore e poeta statunitense. Fu uno dei membri principali della corrente del trascendentalismo. È noto per lo scritto autobiografico Walden, ovvero La vita nei boschi, una riflessione sul rapporto dell'uomo con la natura, e per il saggio Disobbedienza civile, in cui sostiene che è ammissibile non rispettare le leggi quando esse vanno contro la coscienza e i diritti dell'uomo, ispirando in tal modo i primi movimenti di protesta e resistenza non violenta. Il filosofo Stanley Cavell lo considera, insieme a Ralph Waldo Emerson, una delle menti filosofiche più sottovalutate che l'America abbia prodotto. Il suo esperimento di vivere in solitudine nei boschi del lago di Walden continua a essere fonte di ispirazione per chi è alla ricerca di un dialogo con sé stesso, lontano dal rumore di una vita che spesso altri scelgono per noi.

SOULSPECIAL