Jack Kerouac
Lo scrittore simbolo della Beat Generation
READ SOULTALE / Sulla strada della vita

Mi sveglio con i postumi della sbronza. Mi guardo intorno. Vedo bottiglie vuote di birra, di whisky e di qualsiasi bevanda utile per divertirsi. Mi accendo l’ultima sigaretta che mi rimane. Mentre la fumo sento una puzza fastidiosa, una puzza di stantio, una puzza che mi ammorba le narici. Ho voglia di fare due passi. Scendo in strada, mi fermo sul marciapiede e mi lascio dondolare dalle persone che mi camminano accanto. Sento i loro bei cappotti e le loro raffinate pellicce sfiorarmi. Sento anche i loro pensieri da borghesi benpensanti a cui creo imbarazzo e disagio. Ma me ne frego. Percepisco subito la voglia di allontanarmi da questa gente vuota che marcia verso un ideale inculcato nella mente da una società obsoleta e già morta. Risalgo nella mia stanza. Mi faccio un bicchiere di vino scadente, comprato nell’emporio dietro l’angolo, sfioro con le dita la mia macchina da scrivere, metto nello zaino un taccuino e una matita, il necessario per vivere la vita che sento battermi dentro. Scendo di nuovo in strada, rivolgo gli occhi verso la sua fine, che non vedo, perché la libertà non ha fine. Passo dopo passo, sento di avvicinarmi sempre di più a un’indescrivibile sensazione di indipendenza.

Voglio perdermi in questo. Voglio sentire dentro di me la fiamma della vita che brucia, voglio ubriacarmi di whisky con uno sconosciuto e parlare del più e del meno sul bancone sporco di un bar, voglio fare l’amore con una ragazza conosciuta cinque minuti prima, voglio correre in mezzo al deserto, voglio svegliarmi senza sapere chi sono. Voglio dimenticare le mie radici ed essere un bolide impazzito che scorrazza per tutto il paese, caricarmi di esperienze e viverle fino all’ultimo briciolo di energia. Abbiamo un ritmo dentro e il dovere di ascoltarlo, lasciando che il nostro corpo ne segua le vibrazioni. Balliamo, scateniamoci, danziamo vorticosamente e viaggiamo sulle strade del nostro destino. Anche se avvertiamo di non appartenere a un luogo e di essere come alieni, non perdiamo le speranze, mettiamole semplicemente nei nostri borsoni. Poi camminiamo, guidiamo, affrettiamoci verso il punto d’arrivo del nostro viaggio. Forse ci potrà deludere ma, se vivremo liberamente, ci potrà trasformare.

ABOUT / Jack Kerouac
Creative Commons. Author: Tom Palumbo.

Jack Kerouac, nato Jean-Louis Kerouac (Lowell, 12 marzo 1922 – Petersburg, 21 ottobre 1969) è stato uno scrittore e poeta statunitense. Considerato uno dei più grandi narratori americani del XX secolo e non solo, passò gran parte della vita a viaggiare per gli Stati Uniti. Viaggi trascritti poi nel libro On The Road, diventato il manifesto della Beat Generation, movimento che non si riconosceva nell’America borghese e puritana degli anni ’50. Durante questo periodo Kerouac instaurò forti legami con altri suoi esponenti, come Burroughs, Ginsberg e Neal Cassidy, quest'ultimo fonte di ispirazione per tratteggiare le caratteristiche di una generazione emarginata e drogata di libertà.

SOULSPECIAL