Jiddu Krishnamurti
Il filosofo apolide
READ SOULTALE / La verità è una terra senza pensieri

Se fosse così facile parlare agli uomini… Perché uomini siamo e non dobbiamo incastrarci in caselline precostituite da religioni, sette, politiche e ideologie. Dobbiamo restare liberi perché sono queste organizzazioni a rovinarci e a dividerci. E liberiamoci dal passato, dai dogmi e dalle strade già segnate.

Ho viaggiato molto, finché ho potuto, esprimendo il mio pensiero basato su una coerenza interiore assoluta e su un'indipendenza totale. Non dobbiamo aspettare aiuti dall’esterno, ma dobbiamo essere maestri di noi stessi scavando dentro di noi per scoprire, dall’intimità, l’intera umanità.

Ho incontrato tanta gente, ho parlato a tanta gente. Grandi folle di persone, giovani e meno giovani. La mente umana ha bisogno di liberarsi dalla paura, dalle ferite, dalla collera, dai dolori. E di cercare la verità. La verità è una terra senza pensieri. Abbiamo bisogno tutti di cambiare radicalmente.

Mi piace prestare attenzione, ascoltare attentamente. Ogni persona. Ogni esigenza. È necessario portare nel quotidiano una profonda qualità meditativa e spirituale. Abbandoniamo ogni concetto tradizionale.

È necessario camminare con leggerezza su questa terra nel pieno rispetto della natura, senza distruggere l’ambiente e quindi autodistruggerci.

Di me resta un grande bagaglio letterario fatto di dialoghi, libri, discorsi, scritti, lettere e interviste.
Spero siano sempre senza tempo.

ABOUT / Jiddu Krishnamurti

Jiddu Krishnamurti (Madanapalle, 12 maggio 1895 – Ojai, 18 febbraio 1986) è stato un filosofo apolide. Di origine indiana, non volle appartenere a nessuna organizzazione, nazionalità o religione. Le ultime parole prima di abbandonare il suo corpo, a novant’anni, furono: Questa sera io mi allontanerò e passeggerò sulle montagne e la nebbia salirà.

SOULSPECIAL