Jonah Lomu
Il rugbista che ha sfidato la vita
READ SOULTALE / Ogni muscolo del mio corpo

Se ti fermi per un istante al centro del campo puoi annusare l’aria tagliata dallo slancio, dalla corsa di un atleta. La nostra danza maori è una sfida lanciata agli avversari. Al centro, prima di ogni partita, li guardiamo negli occhi e danziamo per loro. È il preludio. È un avvertimento. Stiamo per entrare in guerra, amico, dovresti avere paura. Dovresti iniziare a temerci sul serio. Poi iniziamo a correre, con una palla ovale tra le mani, per raggiungere la meta, veloci come il vento, senza preoccuparci dello scontro, della fatica e del dolore. 

Io corro da sempre. Da quando ero poco più di un ragazzino. Corro per sentirmi invincibile, invulnerabile, imbattibile. So di poter arrivare ovunque in un attimo, nel tempo di un’accelerazione.

Ci sono momenti in cui ogni muscolo del tuo corpo è teso nello sforzo, contiene sangue e pura energia, e tu non percepisci il pericolo di un muro o il blocco dell’attrito. Potresti schiacciare il mondo in quel momento, bruciarlo senza prendere la rincorsa, potresti appiattirlo, lanciarlo lontano, tanta è la forza che senti di possedere. 

Ma ho imparato che si può continuare a correre anche quando la vita frena, anche quando, all’improvviso, ci si sorprende di fronte alla propria vulnerabilità. Anche in quel momento, se continui a muovere cuore e pensiero, puoi arrivare ovunque, nel tempo di un’accelerazione.

ABOUT / Jonah Lomu

Jonah Tali Lomu (Auckalnd, 12 maggio 1975) è un ex rugbista a 15 neozelandese. Di origini tongane, ha spesso confessato che il rugby è stato una via di fuga dai sobborghi malfamati di Auckland. È considerato la prima superstar del rugby mondiale dall'avvento del professionismo. Alla fine del 1996 gli viene diagnosticata una rara forma di nefrite. Nel maggio del 2003, la New Zealand Rugby Football Union comunica che Lomu si deve sottoporre a tre sedute di dialisi alla settimana, a causa del deterioramento delle funzioni dei suoi reni. Il trapianto viene effettuato il 28 luglio del 2004. Il ritorno in campo avviene il 10 dicembre 2005 nella partita Rugby Calvisano – Cardiff Blues, valida per la Heineken Cup.

SOULSPECIAL