Kurt Cobain
L'icona del grunge
READ SOULTALE / Pace, Amore ed Empatia

Dio, un libro? Un libro sulla mia fottuta vita? Non avremmo potuto fare una semplice intervista? Le mie canzoni non sono già abbastanza? Forse no. Ma la verità è che ormai non provo più nessuna emozione nell'ascoltare musica o nel crearla, nel leggere o nello scrivere testi. Anche se c’è stato un tempo in cui sono stato felice e in cui suonare mi faceva sentire, o forse essere, un vero Dio. Si, un Dio. Cristo Santo, Kurt, parli proprio come tuo padre.

Ora, tanto per riassumere, mi chiamo Kurt e sono nato il 20 febbraio del ’67 ad Aberdeen. Ci stavo bene in quel posto. Amavo suonare in continuazione, anche dopo la separazione dei miei di cui, per qualche ragione ignota, mi vergognavo. Mi chiedevo però perché mai non potevo avere una famiglia normale come tutto il sacrosanto mondo. E perché dovevo costringermi a immaginare quella confortante sicurezza data da due genitori che mangiano, dormono e vivono sotto lo stesso tetto. No, non si tratta delle solite stronzate artificiose sull’indole ribelle. È solo il fatto che tutto ciò che mi circonda, che mi tocca e che mi fa vivere, non fa trasparire altro che dolore e infelicità. Ma non riesco a mollare tutto e fuggire. Riesco solo ad amare, a rammaricarmi per la gente e a vivere di empatia. In cambio però i media continuano a chiedermi la solita fottuta canzone, così grunge e perfetta per loro da farla passare ogni cinque minuti in tv. Eppure io la odio, cazzo! Non capite che non è questo che voglio? Come quando agli Mtv Music Awards volevano impedirci di suonare Rape me, troppo sconvolgente e forte per il nostro pubblico, a sentir loro. Ma cosa ne sapete voi del suo significato? E cosi, solo per dare una piccola scossa a Mtv, abbiamo iniziato a suonarla ma poi abbiamo proseguito con Lithium che andava benissimo invece per quei benpensanti.

Dio, perché non ti diverti e basta? Perché per me la vita è più di questo, perché voi meritate più di questo, perché tutti meritiamo più di questa vita precotta e pronta da ingurgitare. Io voglio vomitarla la vita e voglio amare davvero.

ABOUT / Kurt Cobain

Kurt Donald Cobain (Aberdeen, 20 febbraio 1967 – Seattle, 5 aprile 1994) è stato un cantautore e chitarrista statunitense. Annoverato dal magazine Rolling Stone sia tra i 100 migliori cantanti che tra i 100 migliori chitarristi di tutto il mondo, è stato frontman dei Nirvana, gruppo che ha dato vita al genere grunge. Uno stile intriso di senso di ribellione, inadeguatezza e insofferenza. Cambiando con una forza d’urto spaventosa il panorama musicale, Cobain è stato eretto a portavoce di un’intera generazione fino all’8 aprile del 1994 quando, nella sua casa di Seattle, dopo aver scritto una lettera all'amico d’infanzia immaginario, Boddah, prese un fucile e si sparò, rendendosi immortale nel cuore di ogni suo fan.

SOULSPECIAL