Leonardo da Vinci
Il genio eclettico ed errante dell'umanità
READ SOULTALE / Stimando per avventura assai più l'essere filosofo che cristiano

Il tutto è parte di un sistema immenso e magnifico, la cui danza, che si replica in diverse arti e sfumature, mi è stata familiare fin da quando ero ragazzino. Siano esse opere d’ingegno od opere d’arte, tutte son partecipi di tanta vivida e articolata bellezza. In questo il grande architetto ci ha resi in tutto e per tutto simili a quell’ingranaggio immenso, così come natura ci suggerisce nella grazia di ogni sua forma. Ma noi possediamo lo sguardo dell’ingegno e riusciamo a leggerne ciascuna movenza. Possediamo le mani e la pratica che ci consente di ricreare queste dinamiche universali. Possediamo il cuore che nasce per amarne l’essenza.

Di questa ballata cosmica, capace di risvegliare in me la fiamma della passione, ho voluto essere conoscitore, allievo e, nel tempo, maestro.
Maestro nel dipingere sorrisi inafferrabili o nel progettare macchine capaci di volare.
Maestro di tutte quelle cose che mente e spirito mi sussurravano esser guide fidate per i miei passi nel vasto ingranaggio dell’umanità e della natura.

Leonardo è il mio nome e dalla mia mano fu dipinto il sorriso più enigmatico che si conosca, progettata la sfida alla gravità a favore del vento che solleva in volo gli uccelli, creata l’arte della parola e dell’ingegno. Fui uomo dall’amore taciturno e dall’umore variabile come il grande cielo, amai gli uomini tanto quanto seppi odiarli nel loro saper essere creature piccole, pur essendo affidatarie di un immenso potenziale. Di quel potenziale stesso feci la mia fonte inesauribile che si tramutò in lunghi capelli bianchi e stancò infinitamente quegli occhi che, voltati all’indietro, sorridevano al lungo cammino percorso, donando sollievo alla mia anima inquieta e sempre giovane.

ABOUT / Leonardo da Vinci
Public domain.

Leonardo di ser Piero da Vinci (Vinci, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519) è stato un pittore, ingegnere e scienziato italiano. Esempio e genio per tutta l’umanità, fu anche figura controversa e di difficile lettura, la cui ombra si estende ancora sulla contemporaneità. Alle spalle di quest’uomo, c'è un percorso di arricchimento dato dal saper coltivare quanto gli era stato offerto da una vita complicata seppur brillante. Fin dalla sua infanzia a Firenze, trascorsa a coltivare il talento alla bottega del Verrocchio, l’amorevole attenzione dedicata alla messa in pratica delle proprie capacità fa sì che il potenziale di quest’uomo non resti tale ma si traduca in atto. Un atto che ha viaggiato con lui per svariate tappe errabonde e il cui riverbero arriva ai giorni nostri, pizzicando l’entusiasmo di chi ha molto da sperimentare. Leonardo è stato e resta qualcosa di più di un esempio glorioso. Egli infatti si configura come l’idea massima dello slancio creativo, una forma di genio che vuole essere contagiosa ed entusiastica, e non inarrivabile o troppo lontana.

SOULSPECIAL