Lev Tolstòj
Lo scrittore che ha esaltato l'etica
READ SOULTALE / Il fuggitivo

Sono un fuggitivo. Lo sono sempre stato. Anche da giovane, fuggivo dalle imperfezioni e da ciò che non capivo.
Mi cercano in tanti. Anche voi, lo vedo, mi state cercando.
Cosa vi aspettate? Ho vissuto. Ho visto. Ho sentito e raccontato. Ho detto e ritrattato.
Ho cercato risposte al problema della vita e ho tentato di smascherare le sottili logiche degli uomini.
Spesso mi è sembrato di essermi perso in una foresta.
Ho cambiato pertanto idea. Il mio distacco dalla fede è stato lungo. Per molto tempo non avrei saputo dire in che cosa credevo. Ho desiderato di essere buono per gran parte della mia vita. Eppure mi abbandonavo a tutto: alle passioni e alle ambizioni, alla vendetta e alla superbia, all’ira e alla cupidigia.
Con la scrittura ho lasciato tracce, ho tirato fuori, raccontato e analizzato.
Sembra buffo, ora, fuggire da quello che ho sempre cercato, come l’amore e la conoscenza.

Nella Natura c’è tanta magia. Ho sepolto un bastoncino verde, sapete? Lo trovate nel posto dove finirà il mio corpo, a Jasnaja Poljana, a casa mia. C’è una formula nel bastoncino, una formula appunto magica. E, se ci andate senza fretta, sentirete che il bosco vi parla.
Che cosa sono io? Una parte dell’infinito.
Anche per questo è complicato avere certezze. Ma se ho cercato fin ora che ho ottantadue anni una ragione ci sarà. Più di una, direi.
Scusatemi, sono arrivato. Aspetterò il treno nella sala d’attesa.

ABOUT / Lev Tolstòj

Lev Tolstòj (Jasnaja Poljana, 9 settembre 1828 – Astapovo, 20 novembre 1910) è stato uno scrittore, drammaturgo, filosofo, pedagogista libertario, anarchico cristiano e pacifista russo. Personalità complessa e contraddittoria, viene considerato il più grande apostolo del pacifismo-anarchico in campo letterario. Orfano a due anni, sostenitore del principio di verità e sincerità, si dedicò all’osservazione di molti aspetti della vita che traspose nelle sue opere: odio, guerra, morte, malattia, miseria, solitudine, vizio e fede. Non solo. Amore, interiorità, inquietudine e dinamiche sociali. Vegetariano, non-violento, sostenitore delle classi deboli, è stato sepolto nella foresta di Jasnaja Poljana per sua stessa richiesta.

SOULSPECIAL