Mahmoud Darwish
Il poeta della resistenza
READ SOULTALE / La battaglia dell'esule

Vivevo in un villaggio da cui vedevo le vele: vi ho vissuto volentieri.
Lasciammo poi libero il luogo, e la casa cedemmo a coloro che calmavano i cuori, dopo i cari ormai cenere; di loro capimmo il dolore: la comprensione, che ci convinse di essere capiti.
Così cademmo dal Libano, convinti a convivere, come i colombi, che hanno un cielo comune.
Ma trovammo travi a trattenere le terre: tornammo a casa, ma a capirci contrari.

Fummo fuggiaschi fino alla fine, esuli erranti, ospiti oppressi. Carcerato e ricercato, cacciato e ricusato. Viaggiai veloce e dal vagare venni vinto. Prestai penna e pensieri, e scrissi sonetti a sonagli, e sognai speranza, e spogliai spighe.
La mia mano non menava, ma era un’ugola uggiosa, e l’umanità urlavo: girai giornali e guidai le genti. Lottai, poi la lotta che lavava e luceva, rientrato regale alla reggia in rovina. I mie versi volevano vita?
Mi mancò il corpo, mi colse al cuore la morte.
Inservienti e infermieri e iniezioni e intagli. Pregai sul mio petto piegato, e più pensai, più profetai per pensar Palestina.

ABOUT / Mahmoud Darwish

Mahmoud Darwish (Al Birwa, 13 marzo 1941 – Houston, 9 agosto 2008) è stato un poeta, scrittore, politico e giornalista palestinese. Nato vicino all’attuale città di Acri, all’età di sette anni fuggì in Libano assieme ai genitori durante il primo conflitto arabo-israeliano. Rientrato in patria visse da esule, alternando periodi di illegale libertà a periodi di incarceramento. Fin da giovane scrisse poesie, ma perfezionò gli studi letterari a Mosca. Fu direttore di giornali e riviste in tutto il medioriente, divenendo coi suoi testi autore-simbolo della causa palestinese. Nella seconda metà degli anni ’80 si dedicò alla politica, che aveva già vissuto in modo attivo durante la gioventù, divenne uno dei maggiori esponenti dell’OLP e fu redattore, nel 1988, della Dichiarazione di indipendenza dello stato palestinese (Dichiarazione di Algeri). Rientrò in Israele, dopo l’esilio, all’età di 55 anni, proseguendo l’attività editoriale e politica. Morì negli Stati Uniti in seguito alle complicazioni di un intervento cardiaco. L’Autorità Nazionale Palestinese riservò a Mahmoud Darwish i funerali di stato. È sepolto in un mausoleo su una collina di Ramallah, dove sorgono oggi anche un museo e un cento culturale a lui dedicati.

SOULSPECIAL