Marcel Duchamp
L'artista ironicamente rivoluzionario
READ SOULTALE / Pensare prima di agire

Una volta dipingevo, poi mi sono stufato.
Non sono uno di quei pittori che gode nel tenere il pennello in mano. A me interessa l’idea. Forse per questo amo gli scacchi. Gli scacchi non sono un giochetto: in ogni mossa è racchiusa una strategia e ogni gesto ha una forza enorme. Fra scacchisti ci si capisce. Noi sappiamo bene cosa significa pensare prima di agire, fissare la disposizione dei pezzi e tentare di prevedere ciò che accadrà. Sappiamo bene come volgere la situazione a nostro favore e cercare di penetrare nella mente dell’avversario.
Nell’arte, ma diciamo anche nella vita, è più o meno la stessa cosa. O almeno dovrebbe esserlo. Ci sono troppi cosiddetti artisti, così come troppi cosiddetti vivi, che sono solo capaci di copiare qualcuno, che non hanno nessuna idea originale e nessuna comprensione di ciò che gli succede intorno. Alla fine tutto si riduce a una gran confusione e a una firma, che sia su un dipinto o su un contratto. È qui alla fine tutto quello che conta: la firma. Questo segno spesso illeggibile che rende valido un documento e che trasforma un pezzo di qualcosa in opera d’arte.

Come tutti gli scacchisti seri, l’atteggiamento che ho nel gioco si è insinuato in tutti gli altri campi della vita. Così un giorno, riflettendo su queste stranezze, ho pensato: perché non firmare un bel pisciatoio? Ecco, com’è nata la mia Fontana. Anche se nell'arte il lato artigianale non contava ormai più, non avevo dubbi che un giorno la mia Fontana sarebbe diventata un’icona come la Gioconda. Ecco perché le ho messo i baffi. Alla fine ci somigliamo anche un po’.

La Vita è l’avversario più difficile.
Lei sì che è sempre cinquanta mosse avanti a te. Non puoi vincere. La scacchiera è enorme, le pedine centinaia, migliaia, le variabili non si possono calcolare. Però è questo il gioco fondamentale. Se non ti rendi conto di cosa accade sulla scacchiera e non elabori una strategia, sarai un avversario molto noioso. La vita ti darà allora esattamente ciò che ti meriti: infelicità e monotonia. Se invece ti impegni, ti concentri e studi bene la situazione, potresti anche metterla alle strette. E allora anche la vita si impegnerà con te.

ABOUT / Marcel Duchamp
Public domain.

Marcel Duchamp (Blainville-Crevon, 28 luglio 1887 – Neuilly-sur-Seine, 2 ottobre 1968) è stato un pittore, scultore e scacchista francese naturalizzato statunitense nel 1955. Le sue prime esperienze pittoriche mostrarono una facilità di assimilazione delle principali novità stilistiche del momento: dal neoimpressionismo al fauvismo, dal simbolismo al futurismo. Ma fu soprattutto nell’ambito del cubismo che egli si mosse con maggior disinvoltura. Approdato in America, divenne soprattutto un operatore artistico, impegnato più come consulente di collezionisti e gallerie che non come artista. La sua attività, pur saltuaria, non perse mai il gusto della provocazione. L’invenzione dei ready-made ne è uno degli esempi più classici. Nei decenni successivi al soggiorno americano, si dedicò soprattutto agli scacchi, partecipando anche a tornei professionistici internazionali. È noto come un artista che, con la propria attività, ha continuamente stupito, contribuendo come pochi a definire un concetto totalmente nuovo di arte.

SOULSPECIAL