Notice: Undefined variable: prod_prev in /home/soultsit/public_html/app/controller/soultrottersController.php on line 345

Notice: Undefined variable: prod_next in /home/soultsit/public_html/app/controller/soultrottersController.php on line 346
Nadia Comăceci
Nadia Elena Comăceci
La farfalla che stregò la ginnastica
READ SOULTALE / Non è solo una questione di forza

Non sarà mai solo una questione di forza. La forza non ti solleverà da terra, né ti farà volare, permettendoti di disegnare nell'aria il tuo nome. È piuttosto una questione di coscienza e conoscenza del proprio corpo. Devi sapere dove sei, lo spazio che occupi e quali appigli ti restano quando il mondo sembra crollarti sulla testa.
La forza non c'entra. È una questione di consapevolezza del vuoto e di sfruttamento dell'inerzia e del moto. A volte la vertigine ti penetrerà nelle ossa tanto in profondità che avrai la tentazione di chiudere gli occhi. Non farlo. Affacciati all'abisso, segui il ritmo del tuo respiro e sappi che cadere potrebbe essere necessario per risollevarsi e lanciare il proprio corpo ancora più in alto.
Non sarà mai solo una questione di forza. Bisogna sapere che si abbraccia l'equilibrio per spezzarlo e ricomporlo ogni volta come se fosse l'ultima. Bisogna accettare il fatto di essere soli lassù in cima, dove la vita si misura a capriole, tuffi e salti.

Ero una bambina quando Bela mi scelse, vedendomi per caso nel cortile della scuola mentre giocavo con un'amica. Mi propose di entrare nella squadra di ginnastica. È vero, ero solo una bambina, ma a volte un fuoco mi divorava interiormente e avevo la sensazione che le mie vene bruciassero. Allora dovevo correre, saltare, arrampicarmi sul primo albero che trovavo, dare sfogo a quell'energia che altrimenti mi avrebbe corroso. Ma tutto questo non bastava e, quando Teodora mi dimostrò che si poteva convertire quella frenesia in una danza leggera e sensuale, mi convinsi a sfidare la gravità con l'eleganza e la bellezza, trasformandola in arte.
Mi allenai senza sosta. Volteggiare sulle parallele asimmetriche, piegandosi e torcendosi, seguire le volute del corpo, accordandosi alle onde che lo attraversano, divenne per me naturale come respirare. E sulla trave, come sopra un abisso, nessun passo era scontato, ogni esitazione doveva essere eliminata.
Arrivai a Montreal nel 1976 nel silenzio assoluto ed esplosi sulla pedana in faccia a coloro che credevano che la perfezione non avesse spazio in questo mondo: 10.00.

ABOUT / Nadia Elena Comăceci

Nadia Elena Comăceci (Onesti, 12 novembre 1961) è un'ex ginnasta rumena. È considerata una delle più grandi atlete del XX secolo, avendo vinto per la Romania cinque medaglie d'oro ai Giochi Olimpici e avendo ottenuto il punteggio massimo di 10 nella sua specialità: le parallele asimmetriche. A tutt'oggi è l'unica atleta ad aver ricevuto l'Ordine Olimpico per ben due volte ( 1984, 2004), nonché la più giovane a essere stata insignita di tale onorificenza.

SOULSPECIAL