Nives Meroi
L'alpinista che fa compagnia al vento
READ SOULTALE / Quando corpo e mente dialogano

E lei ti aspetta?
Quando arrivo?
Sì, quando arrivi. Lei c’è?
A volte.
Come a volte?
Sì, a volte si addormenta.
Dorme?
Profondamente.
E quando arrivi? Arrivi davvero intendo?
Quando arrivo lei pensa di essere già a casa.
Cosa le sfugge?
Le sfugge il fatto che la salita non è la meta.
La meta?
Sì, è solo metà della meta. Cambia solo un accento ma la differenza è fondamentale.
E cosa ti dice?
Tenta di farmi cedere. Ma di solito è semplicemente ubriaca.
Di cosa sarà mai ubricaca lassù?
Le manca l’aria. Allora delira. Sai è fatica anche questa.
Pensavo che la fatica la facessi tu con tutti gli zaini e le ginocchia che cedono e la pelle che si screpola e tutte quelle magagne d’alta quota.
Quello forse è poco. Sai con lei ubriaca tutto un po’ si annebbia.
Anche la meta?
La meta è farcela a salire ma anche avere la forza di scendere.
Ma come? Tutte quelle bandierine piantate sulle cime non valgono nulla?
È un contentino.
Insomma faticate entrambe, mente e corpo?
Sì e tentiamo di non perderci lassù.

ABOUT / Nives Meroi

Nives Meroi (Bonate Sotto, 17 settembre 1961) è un'alpinista italiana. Dal 1989 è sposata a Romano Benet, alpinista, e suo compagno fisso di cordate. Ha scalato dodici delle quattordici vette sopra gli 8000 m s.l.m., tutte raggiunte senza l'uso di ossigeno supplementare e di portatori d'alta quota. Di grande valore la conquista della cima del K2 del 2006 attraverso lo Sperone Abruzzi. La Meroi e Benet hanno raggiunto la cima da soli, senza l'ausilio dell'ossigeno e senza aiuti nel battere la traccia su tutto il percorso e sull'ultimo arduo tratto della montagna. Con la salita in vetta al Manaslu dell'ottobre 2008, Nives Meroi è una delle poche donne ad aver conquistato 11 ottomila.

SOULSPECIAL