Renè Magritte
Il pittore che giocava con gli spostamenti del senso
READ SOULTALE / Misterioso sabotatore della realtà

La vita mi ha posto davanti il compito di dover fare qualcosa. È così che ho scelto di dipingere. Non so quale sia la vera ragione per cui dipingo, così come ignoro quale sia la ragione di vivere e di morire. L'esperienza pittorica consiste nel cercare, senza speranza né disperazione, di cogliere l'impossibile. L’arte è diventata per me il modo per evocare il mistero. Quel mistero che, per definizione, rimane ignoto.

Ho sempre dipinto tele intrise di enigmi. Quegli enigmi che rappresentano la profonda essenza dell’esistenza umana ed è questo che io voglio rappresentare. Le opere che dipingo e realizzo non sono solo una casuale accozzaglia di elementi. Non credo che funzioni così. Il mondo che creo non è altro che un tentativo di rappresentare i miei pensieri sul mistero. Non credo centri Dio, non saprei bene cos’è, ma è un mistero quasi banale, legato alla profonda e più semplice essenza umana.

Nella mia opera intitolata L’impero delle luci, un mondo notturno è avvolto dolcemente da un cielo in pieno giorno. È questo il mistero surreale del mondo: la realtà e l’altra realtà fuse insieme per creare il mistero che è il vero reale. Vorrei che non scordaste l’esistenza del mistero. Vivete e lasciatevi cullare dalla dolcezza e dall’angoscia dell’esistenza misteriosa che siamo chiamati ad affrontare.

ABOUT / Renè Magritte
Creative Commons. Author: Lothar Wolleh.

Renè François Ghislain Magritte (Lessines, 21 novembre 1898 – Bruxelles, 15 agosto 1967) è stato un pittore belga. Dopo un’infanzia di traslochi, iniziò ad avvicinarsi all’arte in quel mare delle avanguardie del primo Novecento, diventando uno dei più significativi esponenti del surrealismo grazie ai suoi trompe l’oeil. È chiamato le saboteur tranquille, ossia colui che sa insinuare il mistero nel mondo reale.

SOULSPECIAL