Serge Gainsbourg
Il cantautore che ha scandalizzato il mondo
READ SOULTALE / Il sorprendente

Mi lascio andare alla tenerezza, poi cerco l’oblio tra braccia sconosciute. Sogno un altro me stesso, un uomo perbene, normale. Dura poco. Il sapore di alcol in fondo alla gola mi sveglia. Ma è qualcos’altro a farmi alzare in piedi. Un solletico interiore, che parte dal buco del culo e finisce sui tasti del pianoforte. Accendo la prima. L’unica di cui terrò il conto. Dicono che siano cento al giorno. Me ne fotto. Chi sa dove comincia e quando finisce l’indifferenza? In mezzo alle gambe di una creatura mozzafiato, credo. Ma per esserne sicuro dovrò andare a controllare. 

Aprimi la strada e accoglimi. Sentimi fin dentro il midollo. Cantami, Francia. E lasciati scopare. Che mi ami o mi odi me ne fotto. Quel che è certo è che non mi dimenticherai. 

Brutto ma affascinante, selvaggio ma di classe. Mi avete chiamato maledetto. Dissacrante, cinico, amorale. Mi avete definito un edonista vizioso. Io mi definisco solo in un modo: Étonnant

ABOUT / Serge Gainsbourg

Lucien Ginsburg, in arte Serge Gainsbourg (Parigi, 2 aprile 1928 – 2 marzo 1991) è stato un cantautore, musicista, paroliere, poeta, pittore e regista francese. Autore di chanson e jazz, musica psichedelica e reggae, new wave e rap, non aderì completamente a nessun genere, semplicemente perché fu lui stesso un genere. Quattro figli da tre donne diverse; Brigitte Bardot e Jane Birkin tra le sue muse e amanti. Serge ha saputo tradurre in musica la passione, sconvolgendo la morale e trasformandola per sempre. E oggi è sepolto assieme a molti altri artisti nel cimitero di Montparnasse.

SOULSPECIAL