Steve Fosset
L'avventuriero miliardario con il desiderio di infinito
READ SOULTALE / Osare oltre la natura umana

Sento che qualcosa mi attrae, qualcosa che va oltre il trascendente.
Lo so, non è facile da spiegare. Ma credo che in ognuno di noi ci sia un preciso codice d’appartenenza, una specie di imprinting che aderisce perfettamente alla nostra mente fin dalla nascita, stabilendo il senso di quella vita che siamo chiamati a riempire non soltanto di minuti, ma soprattutto di azioni che ci facciano stare veramente in pace con noi stessi. Io, la pace, la trovo solo quando i miei piedi non toccano la terraferma, quando riescono a prendersi la propria rivincita sulla gravità.

Pare che da qualche parte tu abbia un conto in sospeso con il cielo, mi dice spesso mia moglie, mentre pianifico il prossimo viaggio da affrontare. Forse ha ragione. Forse, nel preciso momento in cui il propano fa il suo dovere e il bruciatore incendia l’aria nella gola della mongolfiera o si accendono i motori di un aereo, scatta in me la certezza che, entro pochi secondi, sarò un uomo davvero felice. E lo sarò per un motivo che molte persone non riusciranno mai a capire: osare oltre la natura umana.
Ecco quello che sento di dover fare.

Di sicuro avere un buon conto in banca ha aiutato ad assecondare le mie ambizioni finora. Ma c’è di più. C’è qualcosa di immateriale che mi strega. I soldi sono solo il tramite fra il mio corpo e questa sfacciata necessità di non fermarsi mai. Del resto, sono convinto che la nostra esistenza sia una grande via da percorrere, dove domina il fascino dall’inizio alla fine. E il viaggio rappresenta l’istante in cui possiamo separarci da tutto ciò che ci circonda per soddisfare il nostro atavico e utopistico bisogno d’infinito.

È dunque la partenza il vero rimedio, la vera cura alla mia inquietudine e al mio sentirmi irrisolto.
Tendere verso un altrove colma ogni mio vuoto. Sarà così, sempre.
Fino all’ultimo giorno che mi è dato di trascorrere su questa Terra.

ABOUT / Steve Fosset
Public domain. Author: Mary Frances Howard.

James Stephen “Steve” Fossett (Jackson, 22 aprile 1944 – Sierra Nevada, 3 settembre 2007) è stato un aviatore, navigatore e avventuriero statunitense. Dopo aver costruito la sua fortuna economica nel mercato dei servizi finanziari, dedica anima, portafoglio e corpo alla sfida con se stesso, inanellando una serie incredibile di record mondiali: dal primo giro del pianeta, in solitaria e senza scalo, in mongolfiera nel 2002 alle numerose sfide di velocità per dirigibili e aerei civili. Grazie a una vita sempre all’insegna dell’eccentricità, Fossett è divenuto per molti il simbolo dell’uomo che ricerca nella sfida la propria libertà. Nel settembre 2007, partito in aeroplano da Smith Valley (Nevada), precipita in seguito a un probabile guasto meccanico. Dopo mesi di ricerche inutili, il 3 novembre del 2008, tramite il test del DNA di alcuni resti trovati su un altipiano, a 3.000 metri di altitudine, viene confermata la sua morte.

SOULSPECIAL