Vincent van Gogh
Il pittore rivoluzionario
READ SOULTALE / Il coraggio di un pittore

Sono stanco, il pennello pesa nelle mani, fatico ad alzare le braccia ma devo continuare. Soffro, eppure non mi arrendo. Ho bisogno di dipingere per arginare la mia follia.

È l'ultima malattia che avrei desiderato, l'ho detto a Théo, ma le cose stanno così.
Ci sono momenti di lucidità, me ne accorgo, però conosco bene anche i momenti che seguono la follia.
Quel torpore, quella stanchezza che pervade il corpo, oh, come li conosco!
Lavorare è l'unico rimedio, è la sola via che mi è data.

Ho capito che il paradiso è qui sulla terra e voglio mostrarlo, voglio dargli forma con i colori, con le pennellate, con i contrasti. Dalla terra riesco a prendere il vigore, riesco a trarre il nutrimento di cui ho bisogno per le mie opere. Voglio porre la vita rurale al centro dei miei lavori, dopotutto è dalla natura che parte ogni cosa, è con il lavoro manuale che l'uomo conquista la sua dignità. Voglio che tutti, specialmente gli umili, possano vedere e sentire la forza della vita attraverso i miei lavori. È questo lo scopo della mia pittura.

In molti dei miei quadri ci sono difetti facilmente distinguibili da un occhio critico, l'ho sempre ammesso, ma questo non mi tocca più. Non mi interessano i codici, le mediazioni o le vibrazioni. Non desidero la somiglianza in un ritratto, non cerco questo; piuttosto voglio scavare nelle emozioni e dipingere l'infinito. Desidero rappresentare la forza, trasporre direttamente la vita vera, quella dura, sulla mia tela. L'arte per me non è rappresentazione edulcorata della realtà, non è una fuga dal mondo ma comprensione profonda dell'esistenza.

So che sono sulla strada giusta. Non mi piegheranno alla loro arte.
In passato ho sofferto per questo, è vero. Oh, Théo, quanto ti ho assillato con le mie richieste, quanto desideravo che i miei quadri venissero venduti, quanto volevo essere compreso. Lo vorrei anche ora, non lo nego, ma adesso so che prima o poi accadrà.

ABOUT / Vincent van Gogh

Vincent Willem van Gogh (Zundert, 30 marzo 1853 – Auvers-sur-Oise, 29 luglio 1890) è stato un pittore olandese. Tra i più controversi e inspiegabili talenti, Vincent scoprì la propria vocazione artistica in tarda età e, pur non ricevendo un'educazione adeguata, i suoi lavori hanno portato a una delle più grandi rivoluzioni mai avvenute nella storia dell'arte. La passione, la densità di emozioni e la verità che traspare dalle opere ne trascendono i difetti o le imperfezioni. Una lucidità incredibile le pervade, soprattutto se si pensa che il pittore soffrì di epilessia e depressione per gran parte della vita, ma ebbe sempre il coraggio di guardare alla realtà senza alcun filtro. Tentò più volte il suicidio e morì sparandosi un colpo di rivoltella al petto.

SOULSPECIAL