William Shakespeare
Il drammaturgo della gioia rubata
READ SOULTALE / Il lieto fine, se è quel che volete

Vengo da lontano, non v’è dubbio. Erano altri tempi, i miei.
Si prendevan gli incidenti con altro spirito in quel tempo fuor di sesto, senza chiudere questioni o trovar soluzioni.
Ma se scrivessi oggi, seguirei altre vie.
Cosa vi piace? Cosa vi serve?
Sono pronto a scriver solo finali gloriosi, se è quel che volete.

Se scrivessi oggi, Romeo e Giulietta vivrebbero felici in una casa con i balconi fioriti.
No, non ringraziatemi, riesco a immaginarla senza sforzo.
Vi sentite un po’ meglio? Non è abbastanza? 

Riccardo III avrebbe certamente migliorato il carattere, pentendosi di tutti i suoi peccati. 
Lady Macbeth si sarebbe dimostrata una moglie devota e una madre amorevole.
Non più drammi d’amore, non più tragedie tra le pagine di un libro, perché, io lo so bene, il mondo oggi ha bisogno di un lieto fine.

Se scrivessi oggi, costringerei la mia penna a seguire percorsi alternativi, a imitare l’allegria delle comari, soffocando il bisogno che hanno gli uomini di lacrime e sangue.
Lo ripeto, non ringraziatemi; lo faccio con piacere, per farvi sentire meglio.
Ma vi chiedo, è davvero quel che volete? Se è così, l’avrete.
Sulla scena, per imparare una nuova vita, porterei la gioia rubata, un’altra esistenza, tutte le risposte che si vorrebbero sentire. E poi lascerei il finale aperto per conclusioni personali ed epiche.
Mi fermerei un attimo prima di presentarvi la mia conclusione.
E ci sarebbero allora infiniti compimenti, tutti diversi e leggendari. Tutti possibili.
Ognuno di voi diventerebbe Shakespeare, in quell’attimo e in quelle ultime parole.

ABOUT / William Shakespeare
Public domain.

William Shakespeare (Stratford-upon-Avon, 23 aprile 1564 – 23 aprile 1616), detto Il Bardo, è stato un drammaturgo e poeta inglese in epoca elisabettiana. Scrisse tragedie, commedie, drammi storici e sonetti. Opere diventate simbolo del teatro di tutti i tempi e della letteratura occidentale: da Romeo e Giulietta ad Amleto, da La bisbetica domata a Molto rumore per nulla. Nei suoi testi fu capace di combinare il gusto popolare della sua epoca con una complessa caratterizzazione dei personaggi, una poetica raffinata e una notevole profondità filosofica.

SOULSPECIAL